domanica, 20 ottobre 2019 ore 18:22
Home page > Servizi sociali > Area disabilità > Barriere architettoniche

BARRIERE ARCHITETTONICHE


Di cosa si tratta

Ogni anno il Comune di Bucine eroga contributi a fondo perduto, assegnati dalla Regione Toscana, per opere destinate al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati e di Edilizia Residenziale Pubblica (Case Popolari).

Le domande devono riguardare lavori ancora da eseguire.
Pertanto coloro che intendono avvalersi del contributo possono presentare la pratica edilizia necessaria (D.I.A., Concessione edilizia) e realizzare le opere solo dopo aver presentato la domanda.

Il contributo è erogato a fine lavori sulla base delle spese effettivamente sostenute, tramite la presentazione delle fatture.

 

Attenzione:

E' possibile che per mancanza di fondi alcune domande non vengano soddisfatte nell’anno di presentazione: rimangono comunque valide per l’anno successivo.

 

Come presentare la domanda

La domanda deve essere presentata all'Ufficio Servizio Sociale Via San Salvatore, 15.

Alla domanda in bollo (€ 16,00) occorre allegare:

  • Fotocopia documento di identità valido;
  • Copia del certificato medico rilasciato dall'autorità competente che attesti la disabilità totale del richiedente ovvero la menomazione o limitazione permanente di carattere fisico o sensoriale o cognitivo. Il certificato deve essere già in possesso al momento della presentazione della domanda;
  • Preventivo di spesa e progetto dettagliato relativi alle opere edilizie direttamente finalizzate all'eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Preventivo di spesa e documentazione tecnica relativi all'acquisto e installazione di attrezzature finalizzate all'eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Copia della dichiarazione dei redditi o Cud del richiedente disabile o del familiare che lo dichiara a proprio carico ai sensi dell'art. 12 del D.P.R. 917/1986;
  • Benestare del proprietario dell’unità immobiliare, alla realizzazione degli interventi con documento di identità (da allegare solo nel caso di richiedente diverso dal proprietario);
  • Copia del verbale dell’assemblea condominiale con documento di identità dell’amministratore laddove sia costituito il condominio, oppure nel caso in cui non sia costituito, autorizzazione scritta degli altri proprietari con relativi documenti di identità (da allegare qualora nell’immobile oggetto dell’intervento finalizzato al superamento di barriere architettoniche siano presenti parti condominiali).

 

Requisiti di accesso

Possono presentare la richiesta di contributo:
 

  • i portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, compresa la cecità, oppure quelle relative alla deambulazione e alla mobilità;
  • i familiari che hanno a carico i soggetti portatori di handicap;
  • i condomini dove gli stessi soggetti sono residenti.

 

In caso di impossibilità a firmare, la domanda può essere firmata da un delegato, indicando il legame che esiste con la persona invalida.