Sagra del crostino

I° fine settimana di giugno

San Leolino

La cucina tradizionale toscana vede da sempre in tavola una ricca preparazione di crostini; una consuetudine antica che caratterizzava i momenti importanti per tutta la comunità come la battitura o eventi strettamente familiari come i matrimoni e naturalmente le feste religiose. Oggi i crostini rappresentano una componente essenziale dell'antipasto.

A San Leolino, piccolo borgo a pochi Km da Bucine, durante la prima settimana di Giugno, da oltre cinquant’anni, si svolge la tradizionale Sagra del Crostino: un momento per degustare il crostino toscano per eccellenza, quello detto anche “crostino nero” per il colore brunito, preparato come una volta la cui ricetta può variare di famiglia in famiglia e addirittura da massaia a massaia. Naturalmente la ricetta del crostino nero di San Leolino è tenuta gelosamente segreta dai suoi abitanti. La festa nel borgo rappresenta non solo un’iniziativa enogastronomica, ma anche un momento per assaporare la convivialità, l’ospitalità e l’accoglienza di un'intera comunità.

La ricetta

Tagliare finemente la cipolla e il sedano e in un tegame preferibilmente di coccio farne un leggero soffritto in olio extra vergine di oliva. Aggiungere, quando il composto è dorato, i fegatini di pollo macinati. Far cuocere lentamente; a metà cottura versare il vino bianco oppure il Vinsanto se preferite e lasciate evaporare. Aggiungere i capperi tagliuzzati, anche le acciughe se volete, e poco dopo il brodo.

Quando la salsa è ben tirata, togliere dal fuoco. Deve mantenere una consistenza un po' rustica. Una volta raffreddato spalmare su fettine di pane toscano, che possono essere anche prima bagnate nel brodo.

Di questa ricetta ve ne sono molte versioni: oltre ai fegatini di pollo si può utilizzare la milza di vitello e altre frattaglie; si può utilizzare il vino bianco, quello rosso, il Vinsanto e addirittura il marsala; le acciughe possono essere messe oppure no e c'è chi bagna il pane e chi lo lascia asciutto.

Tuttavia qualunque versione preferiate, accompagnati da un buon bicchiere di vino e da un superbo tagliere di salumi, rimane sempre il perfetto antipasto per sentirsi un po' toscani!