lunedì, 20 novembre 2017 ore 20:00

Bucine terra accogliente, ricca di storia e di magia nel cuore della Toscana



Il territorio del Comune di Bucine, situato nella fascia dove le colline del Chianti toccano la valle superiore dell'Arno, lungo il percorso del torrente Ambra, si pone al centro di tre importanti città della Toscana: Arezzo, Siena e Firenze.

Ricco di storia, abitato fin dall'antichità nel territorio di Bucine troviamo fossili, reperti antropologici, resti d'insediamenti etruschi e romani, importanti castelli e pievi del Medioevo. Durante le guerre il territorio di Bucine ha subito eccidi che tutt'ora sono ricordati nei Luoghi della Memoria.

Il paesaggio è caratterizzato da colline coperte da una vegetazione di eriche, ginepri, lecci, corbezzoli e ginestre, alberi monumentali, valli ricche di terreni coltivati e produzioni tipiche, in cui spicca la coltivazione della vite e dell'olivo, restituendo alla vista paesaggi mozzafiato segnati da terrazzamenti, sorretti dai tradizionali muretti a secco.

Il territorio è da sempre vocato alle produzioni tradizionali d'eccellenza, sapienti agricoltori e produttori sono ancora oggi i custodi di queste antiche tradizioni. Olio e vino sono i protagonisti indiscussi delle produzioni locali. L'enogastronomia è caratterizzata da un forte legame con il territorio che si manifesta nella grande varietà di ricette, ricche di ingredienti semplici e di sapori autentici.

Visitare le Frazioni e i Borghi del Comune di Bucine costituisce un'esperienza davvero piacevole, che offre al visitatore una sequenza di immagini e luoghi di straordinaria suggestione, ricchi di storia e di arte. E' facile trovarsi nel mezzo di una festa paesana, in cui mamme, babbi, nonni, nipoti, anziani, giovani e le "massaie" del paese, tutti lavorano insieme, trasmettendo la passione per il luogo in cui abitano, facendo rivivere le tradizioni, che i tempi moderni tendono a cancellare, ma che invece ancora soprattutto nelle piccole comunità restano vive.

 

 

 

ALLEGATI:
Come Raggiungerci (File pdf, 734.76 KBytes)